lunedì 5 aprile 2010

Black Pearls: Work Your Soul

.
Work Your Soul
.

Download: qui oppure qui
.
Non tutto quello che viene dalla Giamaica è immediatamente connotabile come reggae. Tanto meno, riferendosi agli anni Sessanta, come ska o come rocksteady. C'è stato e continua ad esserci molto soul a Kingston, anche nella sua metamorfosi northern tipica degli anni Sessanta. In particolare, al northern soul veloce e ritmato, stracolmo di fiati è dedicata Work Your Soul - Jamaica 60's Northern 1966-1974 (Trojan, 2003), raccolta micidiale che documenta l'insospettabile. Ad esempio Jimmy Cliff, cantante nato in ambito ska e passato al mondo del reggae classico con Wonderful World Beautiful People e la straconosciuta The Harder They Come, che nel 1968 tira giù Let's Dance, molto ''uptempo'' e sparatissima (video/ascolto qui sotto).
.

La raccolta racconta come il soul sia confluito ad esempio, in maniera determinante nelle produzioni rocksteady, genere molto più lento e sensuale rispetto allo ska che prendeva nome da Get Ready to Rock Steady, classico di Alton Ellis (qui con Girl I've Got A Date), al cuore dei ''passaggi soul'' in Giamaica. Lo stesso dicasi per Desmond Dekker, signore dello ska, divorato dai mod inglesi, che in I've Got the Blues omaggia Dyke & the Blazers. Accanto a questi nomi più noti un manipolo di misconosciuti soul brothers giamaicani che non ottennero nessun riscontro commercile. Ovviamente nel cd la Giamaica c'è, anche quando non si scorge a primo udito, c'è negli arrangiamenti della batteria o dei fiati, quando cita rocksteady o reggae. Ventiquattro pezzi deliziosi, buone note con profili sui singoli artisti e gruppi. Assolutamente da avere. [tracklist qui]
.

Nessun commento:

Posta un commento