lunedì 14 marzo 2011

Soffi (dis)umani

.
Colin Stetson
.
A bocca aperta. Così mi hanno lasciato le 14 tracce (o meglio le 14 improvvisazioni) che compongono ''New History Warfare Vol.2 = Judges'' (Constellation, 2011) di Colin Stetson, eclettico musicista statunitense specializzato in strumenti a fiato (soprattutto cornetta e sassofono), al secondo magnifico lavoro in proprio dopo l'esordio per la Agoo di quattro anni fa. Ma sorprende anche leggere la sfilza di collaborazioni e il curriculum del ragazzo: dagli Archive Fire ai Godspeed You! Black Emperor (per i quali è stato anche tour member e session man), e ancora Tom Waits, Sinead O’Connor, David Byrne ecc. 
.
.
E' bene specificare che però, a prescindere dall'indiscutibile valore dei gruppi e dei singoli artisti sopracitati, ovviamente con nessuno di questi Stetson avrebbe potuto godere della libertà espressiva che invece si respira in ''New History Warfare Vol.2'', un lavoro importante per la possibilità che ci dà di constatare le varietà di registro improvvisativo (dal minimalismo all'avant-jazz) raggiungibili attraverso l'uso dei fiati, oltre a una dimostrazione di come la sperimentazione possa arrivare a risultati (non dico estremamente ma ..) tutto sommato abbastanza ''accessibili'' (o almeno questo è il mio parere). Aggiungo solo che il lavoro è stato registrato in studio dal vivo e senza sovraincisioni, grazie all'apporto in sede di produzione di Shahzan Ismailly, ed è impreziosito in alcune traccie dagli interventi vocali di Laurie Anderson e di Shara Worden. Bello ed estremamente affascinante [può essere raggiunto qui o anche qui].
.
.

Nessun commento:

Posta un commento