domenica 17 aprile 2011

Schizofrenie pop

.
.
Ho raccolto in ordine sparso (anzi sparsissimo) nomi, aggettivi e definizioni accostate a ''CuTe HoRSe CuT'' (Loaf, 2011) l'ultimo lavoro dei francesi Gablé, uno dei dischi pop più freschi e (piacevolmente) inclassificabili degli ultimi tempi [quì raggiungibile]. Non è detto che il giochino serva a chiarirne i contenuti, anzi è più probabile il contrario. Diciamo che l'intenzione è (ne più ne meno) quella di indurre curiosità, stimolare e stuzzicare l'ascolto di un disco fuori dagli schemi classici, lontano dalla consueta forma strofa-ritornello, eppure (allo stesso tempo) così dannatamente pop. Siete pronti? Si parte: avant-pop, non-genere, Might-Be-Giants, campionamenti bizzarri, folktronica, sampling surreali, the Chap, ''filastrocche'', sperimental pop, Stereolab, stramberie da weirdo, Devo, miniature genialoidi, incisi vocali al limite del naif, exotica, post punk, Ween, Moor Music, finti tropicalismi, microbeats, schizofrenia a go-go... Shakerate bene e consumate a piacimento. Per quanto mi riguarda: (8) alla musica e al videoclip e un bel (9) alla copertina.
.
.

2 commenti:

  1. Coincido contigo en lo de la portada, es más que fabulosa.
    Recuerdo una sección en un blog amigo que se llamaba "portadas chulas", la de este disco sin duda estaría entre las más bellas del 2011.
    Saludos.

    RispondiElimina
  2. Sin duda! Otra candidata entre las portadas mas chulas del año es, para mi, la de ''Several Shades Of Why'' el ultimo trabajo de J Mascis, que presentè hace unos dias en el blog:

    http://ilnuovogiardino.blogspot.com/2011/04/i-tipi-simpatici-vivono-sugli-alberi.html

    Saludos, Mela

    RispondiElimina