giovedì 6 maggio 2010

Soul 2010

. .
Se, come il sottoscritto, siete tra quelli che hanno apprezzato molto ''My World'' (Truth & Soul, 2009) magari potrebbe interessarvi anche questa esibizione parigina di ''Lee Fields & The Expressions'', nell'ambito del programma ''L’Album De La Semaine'' di Canal+, la cui registrazione risale al 15 Febbraio di quest'anno. Se invece non avete mai avuto il piacere di imbattervi nella musica di quest'uomo, niente paura; questa potrebbe essere l'occasione giusta..
.
.
Lee Field è un cantante autentico. La sua è musica SOUL al 100%, con l'obiettivo di andare alle radici del genere e di trovarne la vena più autentica e nobile. Proviene dal North Carolina, e da veterano della black music qual'è, nella sua carriera collabora con numerosi artisti, tra i quali citerei almeno i Kool & The Gang e Sammy Gordon. Negli anni Settanta si fa notare per una serie di 7'' molto solidi e con un suono funk (ma anche con un raro primo LP, ''Let's Talk It Over'', che vi regalo in questo post) tutti registrati per la sua personale etichetta discografica. Il materiale di quel peridodo, poi molto ricercato dai collezzionisti di tutto il mondo, gli vale anche il soprannome di "Little James Brown".
.
.
Dopo essere più o meno scomparso durante gli anni Ottanta, torna a registrare regolarmente nei Novanta. Negli ultimi tempi, grazie anche ad alcune importanti collaborazioni, Lee vive un momento di rinnovato splendore artistico, grazie anche all'appoggio di etichette discografiche come la Soul Fire e, più di recente, la Truth & Soul, per la quale registra proprio il bellissimo ''My World'' dell'anno scorso. Tra le tante, più o meno recenti, collaborazioni segnalerei almeno la partecipazione alle registrazioni di ''Naturally'', il debutto di Sharon Jones, oppure quella (in vari pezzi) con il produttore Martin Solveig, che sorprendentemente vale al francese alcune top ten nazionali ed internazionali, e di conseguenza un ottima pubblicità anche per lo stesso Lee Field, la cui parabola artistica, sorprendentemente (nonostante la Truth & Soul sia un'etichetta newyorkese), rimane ancora abbastanza sconosciuta in patria, dove non sono mai arrivati i meritati riconoscimenti che invece gli stanno attribuendo (soprattutto) in Francia e nel vecchio continente in genere.
.

1 commento:

  1. Mi un sacco My World, così come le ultime cose di Sharon Jones :)))

    RispondiElimina