venerdì 1 ottobre 2010

La scomparsa di ''big'' Lobi

.
.
Nel gioco di rimbalzi transoceanici la musica dell’Africa occidentale molto ha dato all’altra sponda dell’Atlantico e molto ha certamente ricevuto. Solo Ali Farka Toure amava negare ogni influenza esterna sulla sua musica. Quello che è sicuro è che il Mali non è affatto rimasto indifferente al fascino esercitato dalle musiche della diaspora africana dell’altra riva, e negli ultimi decenni ha per esempio profondamente assimilato e ''malianizzato'' modelli blues, rhythm’n’blues e soul. Chitarrista e cantante come Ali Farka Toure, anche Lobi Traoré (classe 1961), di una ventina d’anni più giovane del suo più celebre collega, può essere inserito in quel filone che per comodità si può chiamare ''blues maliano''. Forse meno orgoglioso di re Ali dell’autonomia della propria musica ha però sempre fatto dell’autenticità, del carattere espressivo e dell’integrità artistica il suo punto di forza, fino alla fine.
.
 
.
Lui, il grande Lobi, ci ha lasciati il primo Giugno scorso quando la morte lo ha beffato (sembra) improvvisamente e inaspettatamente a soli 49 anni per cause non troppo chiare. Consola un poco l’aver appreso, contestualmente alla luttuosa notizia, che Lobi Traoré aveva appena ultimato un nuovo album (molto bello stando a quello che si può ascoltare qui ) inciso in due sole sessioni - voce, chitarra e nessuna sovrincisione - nella sua Bamako poco prima di morire e che, ingiustizia nell’ingiustizia, l'artista maliano non ha mai potuto ascoltare. Il disco si intitola ''Rainy Season Blues'' ed è uscito quest'anno per l’etichetta americana Glitterhouse, che aveva già pubblicato l'ottimo esordio dei Tamikrest. Se qualcuno fosse interessato e volesse in qualche modo approfondire l'argomento, le informazione più valide a riguardo le potrà trovare leggendo questa bella recensione o direttamente nel sito dell Glitterhouse. Intanto, nell'attesa che ci porterà a mettere mani e cuore su ''Rainy Season Blues'' non possiamo far altro che esprimere la nostra enorme riconoscenza a quest'uomo per le belle pagine di musica che ha saputo regalarsi e regalarci, ed è proprio con quelle che cercheremo di consolarci 
.

5 commenti:

  1. Caspita, non lo sapevo nemmeno, giovane per giunta :(

    Sul sito della Glitterhouse dava come data di uscita il 20 settembre, il materiale sembra ottimo ad ogni modo :/

    RispondiElimina
  2. Giovane, si. Troppo se consideriamo quello che ancora avrebbe potuto dare alla musica. Mi piace l'idea di congedare questo post con la frase che appare nel fermo-immagine del video qui sopra: ''I fell in love with the guitar like you do with a woman''. Che grande!

    RispondiElimina
  3. L'ho appena pensato anch'io :)

    RispondiElimina
  4. cavolo non sapevo....
    le tracce in ascolto sono molto belle

    ci mancherà

    RispondiElimina
  5. Finalmente sono riuscito ad ascoltarlo questo benedetto ''Rainy Season Blues''. Poco da aggiungere: una meraviglia! I link:


    http://www.megaupload.com/?d=9CHVCZJ2

    o anche

    http://www.mediafire.com/?b648abansfqa975

    RispondiElimina