venerdì 18 dicembre 2009

Una discografia per gli anni ''0'' / Beck

.
BECK
Sea Change (Geffen, 2002)
.
Beck ha nel suo DNA il potere mutante (non caso un suo disco del 1998 si chiamava proprio ''Mutations''), la capacità di cambiare pelle (e genere) a piacimento per poi tornare sempre ad essere se stesso. Così il signor Hansen, nel corso degli anni è passato quasi con indifferenza dal country all'hip-hop, dall'indie pop al funky, spesso (anche se non sempre) con massima sincerità espressiva e profondità nel proporre emozioni che si appicicano dentro chi ascolta come dei veri e propri tatuaggi. Nelle canzoni di ''Sea Change'', dalla prima all'ultima, il piano estetico della musica di Beck è talmente aderente alla sua storia da fare impressione. L'anima di un grande songwriter e basta, che si mette a nudo senza strafare. Ed è in questo continuum di chitarre acustiche scintillanti, orchestrazioni melodiche e di un languore per nulla incline ad autocelebrarsi che Beck completa, in qualche modo, se stesso. ''Sea Change'' è ''semplicemente'' un disco di musica corale, dalla presa poetica, magnetica e universale. [Tracklist]

Nessun commento:

Posta un commento